sabato 16 novembre 2013

'Disney on Ice' a Roma

(Adnkronos/Ign) Minnie, Topolino, Trilli, Ariel e, per la prima volta, Cricchetto, Saetta McQueen e Sally direttamente da 'Cars'. Sono i protagonisti di 'Disney on ice - Un mondo di fantasia', al Palalottomattica di Roma dal 21 al 24 novembre dopo aver fatto tappa a Milano e Torino.
 La Capitale è l'ultima tappa del tour italiano di questo spettacolo che si regge sulla passione incrollabile per gli spettacoli targati 'Disney on ice'. "Siamo riusciti a riportare Disney in Italia dopo tanti anni, con un grande affetto da parte del pubblico - dice a Ign Ermes Bonini, produttore nazionale dello show - Disney riesce a parlare a generazioni diverse, cogliamo l’emozione delle mamme e tanta allegria da parte dei bambini.
Poi è chiaro che ogni brand ha comunque un suo pubblico che si riconosce nella storia. La formula che prevede di unire e presentare tre-quattro brand insieme in uno spettacolo secondo me avvalora ancora di più il risultato finale mettendo insieme bambini dai 2 agli 82 anni con un linguaggio internazionale e trasversale".
Lo show - da Feld Entertainment e presentato in Italia da Applauso in collaborazione con The Base a Roma - unirà dunque quattro mondi Disney fondendoli in un unico spettacolo che promette forti emozioni. Grandi e piccini assisteranno alla storia di 'Cars', in scena per la prima volta in assoluto, saranno immersi nel regno sottomarino de 'La Sirenetta' passando nel magico mondo di 'Trilli' e le sue amiche fatine. Mentre, nel secondo atto, entreranno nelle eroiche avventure di Buzz Lightyear, Woody, Jessie direttamente dal mondo di 'Toy Story'. Senza voler svelare la storia, si può anticipare che "lo spettacolo ha inizio con la partenza di Minnie e Topolino per un viaggio appassionante, pieno di disavventure ma anche di momenti felici - racconta ancora Bonini - attraverso un 'mondo di fantasia'. Sul più bello, però, la vecchissima macchina rossa scoppiettante su cui stanno viaggiando i due protagonisti si guasta all'improvviso".

 E anche se Paperino e Pippo cercano di ripararla, occorre l'aiuto delle migliori automobili da ghiaccio per far girare di nuovo i pistoni. Direttamente da 'Cars', Carl Attrezzi detto 'Cricchetto', Saetta McQueen e Sally entrano in azione, facendo rombare i loro motori attorno alla strada ghiacciata per permettere di riaccendere la macchina di Minnie e Topolino e proseguire il "viaggio". "L'aspetto più eccitante dello spettacolo - dichiara il produttore Nicol Feld - è il fatto di portare in scena, per la prima volta in assoluto, la storia di 'Cars'. Quando le macchine entrano in pista, parlano e sfrecciano sul ghiaccio, la reazione dei bambini è straordinaria. Nello show, abbiamo anche 'La Sirenetta' e 'Toy Story', le storie più amate da generazioni di famiglie. La mia parte preferita è quella di 'Trilli' e le amiche fatine. E' molto emozionante perché l'intera pista del ghiaccio si trasforma in 'Pixie Hollow'!" Il tutto è supportato da una novità tecnologica per cui "ogni aspetto è computerizzato - sottolinea Bonini a Ign - audio e suono sono per la prima volta in uno spettacolo di questo tipo completamente computerizzati per garantire il massimo del risultato acustico, della bellezza dei colori e delle situazioni fantastiche del mondo di Disney.
Questo sistema gestisce tutti gli effetti seguendo tutte le acrobazie dei personaggi. L’audio piloterà tutto il resto, sarà il capomastro di tutte le altre tecniche (video, effetti speciali, fuochi d’artificio)". Peter Morse, lighting designer, vincitore dell'Emmy Award, spiega che 'Disney On Ice - Un mondo di fantasia usa tutte le nuove tecnologie di illuminazione in modo da poter generare una varietà di colori infinita per ciascuna ambientazione. E' un grande vantaggio per uno spettacolo che porta in scena così tanti luoghi diversi".
Dal canto suo la costumista Cynthia Nordstrom svela di aver creato effetti diversi per ciascuna storia di fantasia. "Topolino e Minnie hanno un stile retrò all'inizio dello spettacolo quando comincia l'avventura. Ne 'La Sirenetta' volevo spingermi oltre - aggiunge - e dare un tocco di romanticismo. Ariel, infatti, si trova in un mondo che ha i colori dell'acqua e dei fondali. Infine, con le fate, la sfida più grande è stata realizzare abiti che sembrassero realmente un tulipano, un petalo di rosa o una grande foglia quando vengono visti dal pubblico in qualsiasi punto del palazzetto". "Penso che il ghiaccio sia una componente essenziale per le storie Disney" conclude Kenneth Feld "perché suscita entusiasmo e dinamicità. Quello che facciamo è cercare di regalare uno spettacolo memorabile. Mi dà soddisfazione vedere che ai bambini piace la formula 'On ice' e che apprezzano tutti gli sforzi che abbiamo fatto per realizzarlo".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...