martedì 30 luglio 2013

Astrosummer 2013 al Planetario

astrosummer_2013_al_planetario_largeTutti a vedere le stelle al Planetario! Qualsiasi sia l’interesse che ci muove - decifrare messaggi alieni, ascoltare i suoni dello spazio, fare esperimenti di astrofisica o semplicemente ammirare le stelle - quest’estate nel programma del Planetario di Roma Capitale (Sistema Musei Civici) si potrà scegliere l’occasione giusta per trascorrere la serata.
Ammirare il cosmo e ascoltarlo, misurare l’universo, cercare pianeti alieni: sono questi i richiami di “Astrosummer 2013”, la grande estate astronomica del Planetario di Roma, giunta ormai alla sua sesta edizione.

Come gli anni precedenti, dal 29 giugno al 1° settembre 2013 il Planetario e Museo Astronomico cambierà completamente l’orario di apertura e passerà in fascia serale, unico fra i Musei Civici, aperto tutti i giorni con spettacoli alle 21.00 e 22.30 (tranne il lunedì), con spettacoli alle 21.00 e 22.30. Il sabato e la domenica, con due spettacoli aggiuntivi alle 17 e 18.

A dare il via ad Astrosummer 2013 sarà, come da tradizione, il IV Star Party di Roma “Per un Pugno di Stelle”, un raduno di telescopi sul piazzale del Planetario a cui tutti possono partecipare – con o senza telescopio – per riappropriarsi del cielo della città ed esplorarlo insieme. Lo Star Party si svolgerà il 29 giugno dalle 21 alle 24 e sarà un evento gratuito. 

Ogni sera gli astronomi offriranno i migliori spettacoli della vasta produzione del Planetario (oltre 60 titoli differenti:http://www.planetarioroma.it/spettacoli/spettacoli_per_tutti), che quest’estate si arricchirà di una nuova proposta: “Altri Mondi”, la vita nello spazio nell’era dell’astrobiologia. Si tratta di un nuovo spettacolo originale, scritto e prodotto dallo staff scientifico del Planetario, per raccontare l’emozionante epopea che dalla scoperta dei primi pianeti extrasolari ci sta portando a descrivere i loro ambienti e le loro atmosfere in maniera sempre più dettagliata, fino a comprendere se possano esistere mondi abitabili. Con 100 miliardi di stelle fra cui cercare, quanto è probabile “incontrare” qualcun altro, lassù? Saremo noi a trovarli per primi, oppure gli extraterrestri ci verranno incontro? “Altri Mondi” debutterà al Planetario nel mese di agosto.

Uno spazio importante avranno, come sempre, le osservazioni astronomiche al telescopio. Il 16 luglio sarà inquadrata nei telescopi del Planetario la Luna, colta in una splendida fase di Primo Quarto con centinaia di crateri, montagne e ombre da ingrandire; il 4 agosto sotto osservazione sarà il Sole, ricoperto di macchie e proprio a ridosso del massimo di attività nel suo ciclo di 11 anni; mentre il 29 agosto i telescopi saranno puntati verso le stelle più lontane e colorate.

L’osservazione dei corpi celesti avrà un importante sviluppo nel nuovo format “Cosmolab – Astrofisica Live”, la vera novità di Astrosummer 2013: un ciclo di tre serate che vedranno tre prestigiosi astrofisici svolgere e commentare con noi in diretta osservazioni scientifiche che rivelano tratti fondamentali della natura dell’universo. Le osservazioni verranno compiute con il Virtual Telescope di Gianluca Masi e riguarderanno le supernovae, con la partecipazione di Massimo Della Valle (19 luglio), i quasar, con Paolo De Bernardis (28 luglio) e i pianeti extrasolari assieme a Giovanna Tinetti (25 agosto). 

A impreziosire il cartellone di Astrosummer 2013, tre suggestivi appuntamenti musicali: il connubio fra musica e stelle sarà declinato in sonorità assai diverse da Sebastiano Vinci e Luca Bertelli, che con tromba e hang drum accompagneranno“Cronache Marziane” (12 luglio), omaggio a Ray Bradbury a un anno dalla scomparsa; Angelina Yershova con le sue raffinate atmosfere elettroniche e vocali farà librare sulla cupola del Planetario “Aurora Borealis” (3 agosto), il nuovo spettacolo-concerto sulle aurore boreali prodotto insieme a Stefano Giovanardi; infine Patrizio Fariselli degli AREA rievocherà il suo “Piccolo Atlante delle Costellazioni Estinte” (1 settembre) nell’evento conclusivo dell’intera Astrosummer.

Non mancheranno, come sempre, attività riservate ai bambini e spettacoli in inglese per il pubblico straniero.

Per partecipare agli eventi di Astrosummer 2013 si consiglia di prenotare, chiamando lo 060608.

Il programma dettagliato di Astrosummer 2013 è pubblicato sul sito www.planetarioroma.it. Astrosummer 2013 è ideata e realizzata dai curatori scientifici del Planetario: Gabriele Catanzaro, Giangiacomo Gandolfi, Stefano Giovanardi e Gianluca Masi.

PLANETARIOROMA

La prenotazione è fortemente consigliata allo 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00
La prenotazione telefonica gratuita decade 15 minuti prima dell'inizio dello spettacolo.
Per gli spettacoli: bambini in braccio solo fino ai 2 anni d’età

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...