domenica 23 dicembre 2012

Presepi romani


Come ogni anno è possibile ammirare i presepi di piazza Navona e Trinità de’Monti, allestiti da Roma Capitale in occasione delle festività natalizie. A questi si aggiungono altri tradizionali presepi romani: il presepe dei Netturbini presso la sede Ama di via dei Cavalleggeri e i 100 Presepi nelle Sale del Bramante a piazza del Popolo

Quest’anno, per il presepe di piazza Navona realizzato ogni Natale con una scenografia diversa, l’assessorato alle Politiche culturali e Centro storico - Sovraintendenza ai Beni culturali ha scelto un’ambientazione romana. E’ l’area archeologica, con il Foro Romano e i suoi monumenti coperti dalla neve, a fare da cornice alla rappresentazione della Natività.

I costumi dei personaggi s’ispirano alle vivaci rappresentazioni dell’Ottocento romano di Achille Pinelli. In primo piano nove statue (alte 40 cm) che rappresentano la Natività, i Magi e i pastori, di artigianato altoatesino, con teste e arti in legno e abiti in stoffa della ditta artigianale Original Heide di Ortisei; in secondo piano otto statue (alte 30 cm) che raffigurano personaggi del popolo, di artigianato napoletano, con teste ed arti in terracotta e costumi in stoffa, opera di Patrizio Zona e Arturo Manzo.

Il presepe è realizzato come tutti gli anni dall'Associazione Italiana Amici del Presepio che a Roma gestisce il Museo Tipologico Internazionale del Presepio "Angelo Stefanucci" (nella chiesa dei SS. Quirico e Giulitta), dove si conservano circa tremila pezzi da ogni parte del mondo e si tengono corsi sulle tecniche per costruire presepi di alta scuola.

Nel 1965, oltre a quello in piazza Navona, venne allestito per la prima volta il presepe sulla Scalinata di Trinità dei Monti. L’ambientazione e le figure erano ispirate a scene e personaggi popolari della Roma ottocentesca, rappresentati da Bartolomeo Pinelli (per questo denominato "presepe pinelliano").

Il presepe attuale, realizzato tra il 1986 e il 1988, è una fedele ricostruzione dell’originale, sia nella scenografia in legno e vetroresina sia nelle statuine di cartapesta con cui le botteghe “I Messapi” e “De Tommasi” di Lecce hanno realizzato i trentatre personaggi, alti circa 70 cm.

Anche quest’anno le scenografie e le statuine sono state sottoposte a una manutenzione per proteggerle da pioggia e inquinamento.

All’allestimento del presepe hanno collaborato il Dipartimento per la razionalizzazione della spesa per l’acquisto di beni e servizi e ACEA, settore illuminazione pubblica. Predisposto, come di consueto, un servizio di vigilanza: il presepe viene sorvegliato di giorno dal I Gruppo della Polizia Municipale e di notte da vigilantes.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...