venerdì 9 marzo 2012

"I misteri di Roma", gli affascinanti arcani e gli inquietanti miti del passato antico e recente.

Sette notti alla scoperta di una Roma segreta e misteriosa, fatta di segni levigati dal tempo, ma ancora riconoscibili e tutti da scoprire. Sette percorsi fatti di storie legate ai luoghi, disegnano i contorni
di una trama narrativa che attraversa i secoli. E' intorno a questo intreccio noir che prende forma il libro "Misteri di Roma" di Alberto Toso Fei, snodandosi in un labirinto di curiosità, eventi insoliti e aneddoti che rivivono sotto gli occhi del lettore, coinvolto anche da viaggiatore, il cui "sguardo" s'incastona tra le pietre della città eterna dove storia e mito diventano tutt'uno.
Leggendo "I misteri di Roma" capiterà di imbattersi nella leggenda del feroce drago che, nel 300 dopo Cristo si diceva vivesse lì e fosse e diventato il terrore dei romani: il fiato del mostro, si racconta che appestasse tutta l'area del Campidoglio e del Palatino e che fosse talmente nocivo da provocare la morte del malcapitati che lo respiravano.
Secondo la leggenda solo se un cavaliere si fosse gettato nel fuoco il drago sarebbe stato sconfitto, mentre una versione diversa vuole che sia stato papa Silvestro I a liberare la città dal mostro, invocando l'aiuto della Vergine.
E basterà spostarsi verso il Colosseo per scoprire che sarebbe un luogo infestato dai fantasmi, con l'aiuto dei quali Benvenuto Cellini, noto orafo e dongiovanni del '500, riuscì ad incontrare e a far innamorare Angelica Gaddi.
L'autore dà

voce anche alle celebri "signore fantasma" della capitale come Berenice, Donna Olimpia e la De Cupis, ci si potrà imbattere in altri spettri più “discreti” come quello della monaca di via della Dataria, che si aggirerebbe per i sotterranei di Palazzo della Dataria, o del frate di Montecitorio, che prenderebbe a schiaffoni chiunque dica le parolacce.
Celebre anche il racconto della donna che voleva divenire pontefice, la cosidetta "Papessa Giovanna", figlia di un monaco e di una contadina inglese che fin dai primi anni manifestò l'interesse di studiare teologia e l'intenzione di predicare, cosa impossibile a causa del suo essere donna....

CONTINUA....

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...