venerdì 3 febbraio 2012

Neve a Roma: chiusura scuole e obbligo catene

La neve è arrivata anche a Roma e in relazione alla situazione meteorologica che prevede un peggioramento delle condizioni del tempo nelle prossime ore, il Coc, centro operativo comunale, riunito presso la Protezione civile del Campidoglio, ha diffuso lo stato di allarme a tutte le strutture deputate al governo dell'emergenza.

''D'intesa con il Prefetto e sentita la direzione regionale del Ministero dell'Istruzione, abbiamo disposto di chiudere, con decorrenza immediata, tutti gli uffici pubblici, scuole comprese - ha dichiarato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno - Rimarranno aperti solo gli uffici comunali di pronta emergenza (Vigili urbani, Protezione civile e servizi sociali). Il sindaco in accordo con il prefetto ha anche deciso l'obbligo di catene. A partire dalle ore 00.01 di domani e fino alle ore 12.00 di domenica 5 febbraio, si legge nell'ordinanza, è stato disposto il divieto della circolazione veicolare privata all'interno dell'anello ferroviario di Roma per tutti gli autoveicoli sprovvisti di catene a bordo o di gomme termiche/invernali e per tutti i ciclomotori e motoveicoli. Il prefetto ha inoltre disposto "il rinvio della partita Roma-Inter precedentemente prevista per domani alle 15", a domenica 5 febbraio sempre alle 15. Si registrano disagi soprattutto nella zona Nord di Roma, al confine con Cesano, dove si sono depositati più di 50 cm di neve. La Regione Lazio ha disposto la chiusura della strada regionale Cassia Bis Veientana dal Gra al chilometro 13.

Tensione alle stelle tra le centinaia di passeggeri del treno della linea FR3 Roma-Viterbo partito alle 16 dalla stazione di San Pietro e fermo in piena campagna tra le stazioni di Olgiata e Cesano, nonostante i numerosi tentativi del personale in servizio di farlo ripartire. Per diverse ore la linea è rimasta bloccata. Traffico rallentato in tutta la capitale, in alcune zone circolazione bloccata. Chiuse al traffico dai vigili in via precauzionale la Panoramica e la tangenziale Est da Ponte Salario alla Moschea. Situazione in peggioramento allo scalo di Roma Fiumicino, domani cancellati 40 voli tra le 9 e le 11. Nevicate di forte intensità anche in provincia di Roma. ''Attualmente in molti comuni il manto nevoso si aggira intorno al mezzo metro, e le nevicate previste in nottata contribuiranno sicuramente a peggiorare la situazione" afferma in una nota il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti che fa un ''appello ai cittadini dei comuni della provincia affinché evitino di uscire di casa per mettersi in strada se non è strettamente necessario''. Black out si sono verificati in alcuni comuni della Provincia. Senza corrente Rocca Priora, Colleferro e Cave. Interruzione della corrente elettrica vengono segnalati anche nei comuni del quadrante Roma Nord lungo la statale Flaminia. L'Enel sta coordinando gli interventi con le istituzioni del territorio e partecipa alla task force allestita dalla Regione Lazio per far fronte all'emergenza meteo. Al momento le aree più coinvolte sono Viterbo, Rieti e Frosinone. Secondo le previsioni di 3bmeteo.com, il Lazio nelle prossime ore sarà interessato da una intensa perturbazione che interagirà con l'aria gelida in discesa dalla Russia. La neve cadrà, anche abbondante, nella prossima notte e fino a tutto domattina, con accumuli anche di oltre 20cm, in città, superiori anche ai 30-40cm nelle campagne. Nella giornata di domenica breve tregua con qualche schiarita in più, ma entro sera nuove nevicate raggiungeranno il settore meridionale della regione anche in pianura. Le temperature crolleranno di parecchi gradi. Il gelo proseguirà per buona parte della prossima settimana. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede il persistere di nevicate fino a quote di pianura su Toscana, Umbria, Lazio e, al di sopra dei 200-400 metri, su Campania centro-settentrionale e settori settentrionali di Puglia e Basilicata. Dalle prime ore di domani, inoltre, le nevicate continueranno ad interessare fino a quote di pianura Marche, Emilia-Romagna, Abruzzo e Molise. Data la situazione e le previsioni per le prossime ore, Viabilità Italia, il servizio di monitoraggio della Polizia Stradale, ha invitato automobilisti e conducenti professionali "a non mettersi in viaggio verso l'area del centro Italia''. Le situazioni più disagevoli per la circolazione si registrano sul versante abruzzese-marchigiano. L'autostrada A25 Roma-Pescara è chiusa a tutti i veicoli mentre sull'autostrada A24 L'Aquila-Teramo, anch'essa interdetta al traffico in entrambe le direzioni, è stata effettuata un'uscita obbligatoria allo svincolo di Carsoli verso L'Aquila. Quanto alla circolazione ferroviaria, oggi "è avvenuta con rallentamenti e ritardi, ma senza criticità, su tutta la rete", è il punto della situazione delle Fs. Per le prossime ore si prevedono "difficoltà per la presenza di ghiaccio, neve e/o la concomitanza di entrambi e basse temperature". Le Fs consigliano "di mettersi in viaggio solo se strettamente necessario". Il comune di Valmontone ha avviato la distribuzione di circa 200 pasti caldi ai passeggeri di un treno pendolari della linea Roma-Cassino, diretto a Roma Termini e fermo da ore nella stazione del paese casilino a causa del maltempo.http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Neve-e-gelo-bloccano-mezza-Italia-Roma-nel-caos-obbligo-di-catene_312933915963.html

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...