venerdì 2 settembre 2011

Roma si candida per le Olimpiadi del 2020

Sono sei le città che hanno presentato la candidatura ad ospitare le Olimpiadi del 2020. Lo ufficializzato oggi il Cio, sul proprio sito internet.
I nomi delle candidate sono: Baku (Azerbaigian), Doha (Qatar), Istanbul (Turchia), Madrid (Spagna), Roma (Italia) e Tokyo (Giappone). Le sei città che hanno presentato la lettera di candidatura, da parte dei rispettivi Comitati olimpici, entro il termine stabilito del primo settembre, proseguiranno ora nella fase 1 del Cio, per poi passare alla fase 2, e per arrivare alla scelta della città ospitante i Giochi 2020, a Buenos Aires, in Argentina, il 7 settembre 2013. La fase 1, si concentrerà ora su una valutazione tecnica e sulla capacità delle città di ospitare i Giochi Olimpici nel 2020. Le città sono tenute a rispondere ad un questionario, e le loro risposte saranno studiate dal Cio. Al termine di questa prima fase, l'Executive Board del Cio accetterà le città candidate a maggio 2012. La fase 2 si concentrerà su questioni operative dei Giochi. Le città candidata saranno invitate a presentare la propria candidatura, con una approfondita descrizione del loro progetto olimpico che sarà oggetto di una valutazione tecnica fatta da un team, la Commissione di valutazione del Cio, che farà visita alle città da febbraio ad aprile 2013. La valutazione della commissione del Cio sarà pubblicata in un report e inviata ai membri del Cio non più tardi di un mese prima del loro voto il 7 settembre 2013, e in tempo per il briefing 2020 dei membri dello stesso Cio. Per quanto riguarda la candidatura di Doha, il Cio ha accettato in linea di principio, le date proposte dal 20 settembre al 20 ottobre, chiedendo comunque puntuali rassicurazioni: 1. Al fine di tutelare la salute degli atleti, il Cio pubblicherà una lista di eventi che deve essere organizzato nel momento più opportuno determinato dal Cio (mattina/pomeriggio). 2. Questa programmazione non dovrebbe essere dannosa per l'organizzazione, la copertura delle trasmissioni e l'esperienza degli spettatori. 3. Occorre adottare misure per proteggere la salute del pubblico e tutto lo staff tecnico e di supporto. Queste assicurazioni, insieme con gli altri elementi della candidatura del Qatar, saranno valutati dall'Executive Board a maggio 2012.
http://www.adnkronos.com

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...