domenica 31 luglio 2011

Nel 2015 inaugurazione del Campus della Sapienza

Al via il progetto dell'università "La Sapienza" allo Sdo di Pietralata. Dopo cinquant'anni e grazie a una convenzione firmata, il 23 marzo scorso, dal direttore del Dipartimento periferie del Campidoglio e dal rettore Luigi Frati, la maxi opera di riqualificazione del sistema direzionale orientale inizia a prendere forma. In quel quadrante sorgerà infatti il primo campus targato Sapienza che vedrà finalmente affiancate strutture per la ricerca e la didattica e residenze per gli studenti. Una sorta di seconda cittadella universitaria fuori dalle mura di piazzale Aldo Moro.

In particolare il polo ospiterà un centro di biotecnologie mediche di livello internazionale (con 1.500 posti in aula per la didattica frontale e altrettanti in laboratori d'eccellenza), una struttura clinica di degenza e almeno 250 posti letto per gli universitari. Una struttura fortemente votata alla tecnologia e alla ricerca medica, campi in cui opera da sempre il rettore Frati.

L'intervento prevede un investimento di circa 100 milioni di euro, di cui 40 già messi a disposizione della Sapienza, parte a carico della Regione che ha la competenza sugli studentati e in parte da reperire tramite un cofinanziamento ministeriale. I 16 milioni di euro versati invece dall'università per l'acquisto dell'area verranno utilizzati dal Comune per urbanistica e infrastrutture: collegamenti, trasporti e strade nella zona.

L'avvio dei lavori è previsto per il 2012 mentre la possibile consegna è fissata al 2015.
Il Campus, che si estenderà per 71.640 metri quadrati, sarà organizzato su un sistema di piazze: una interna al complesso universitario, aperta al pubblico e chiamata "piazza dell'ateneo"; la seconda su largo Quintiliani, dove c'è la fermata della metropolitana, per cui verrà bandito un concorso internazionale entro tre mesi.

Ma "La Sapienza" non sarà sola. Nel Centro direzionale anche l'Istat ha un'assegnazione per realizzare edifici per circa 190mila metri cubi per una superficie complessiva pari a 6mila metri quadrati di uffici. Saranno inoltre costruiti due sottopassi, un tratto di galleria di cento metri, un cavalcavia e un ponte pedonale che da piazza Quintiliani porterà alla nuova Stazione Tiburtina. Il Comune prevede che il cantiere verrà chiuso entro il 2013. http://roma.repubblica.it/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...