sabato 19 febbraio 2011

Ricominciano le espulsioni dei Rom

«Tutte le soluzioni di emergenza devono essere esplorate, senza escluderne nessuna a priori», di questo è convinto il sindaco Gianni Alemanno. «Dobbiamo valutare tutte le ipotesi possibili - sottolinea - per avere soluzioni flessibili e di emergenza, continuando a lavorare sull’aspetto progettuale» legato ai nuovi campi nomadi. Ma soprattutto trovare un equilibrio tra solidarietà per chi ha bisogno e fermezza verso chi delinque. E’ di questo che si è parlato nel vertice che si è svolto ieri, nel primo pomeriggio, in Campidoglio tra il sindaco Gianni Alemanno, il prefetto Giuseppe Pecoraro e dal questore Francesco Tagliente. In serata, a sorpresa, altro vertice (blindatissimo) tra il sindaco, il prefetto e il sottosegretario all’Interno, Alfredo Mantovano. Obiettivo: accelerare le espulsioni dei rom che hanno commesso gravi reati.

Intanto continuano senza sosta i sopralluoghi nelle zone della Capitale, per identificare nel più breve tempo possibile aree e luoghi dove sistemare gli accampamenti temporanei in questa prima fase, purché siano lontani almeno qualche chilometro dai luoghi abitati. Il Comune rilancia così l’ipotesi delle tendopoli per far fronte all’emergenza nomadi: stavolta si è decisi a far passare la linea dura laddove ci siano i requisiti, purché vengano realizzate in fretta. Una scelta fatta all’indomani delle proteste sollevate dai presidenti dei municipi, dall’opposizione e da una parte della maggioranza in Campidoglio. Gli sgomberi partiranno la prossima settimana. Il Comune rimane aperto a tutte le ipotesi, ma i siti dove alloggeranno i nomadi che adesso popolano i micro-campi abusivi, quelli più pericolosi, non sono stati ancora decisi. Sembra comunque certo che verranno prese in considerazione anche le caserme dismesse e i centri di accoglienza per l’emergenza freddo, mentre per gli spazi all’aperto saranno scelte delle aree (parcheggi non utilizzati) distanti dai luoghi abitati nel raggio di alcuni chilometri, asfaltate, provviste di acqua, luce e dotate di bocche fognarie.http://www.ilmessaggero.it

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...