domenica 23 gennaio 2011

Guida ai luoghi di incontro e preghiera degli immigrati a Roma

Per far conoscere i tanti luoghi di culto presenti nella capitale la Caritas diocesana e l'ufficio Migrantes hanno realizzato la "Guida ai luoghi di incontro e preghiera degli immigrati" una mappa dello spirito che aiuta ad orientarsi tra i tanti luoghi di chi professa una religione diversa da quella cristiano cattolica.

Consapevoli che solo attraverso la conoscenza e il confronto con l’altro si superano le barriere della violenza e dell’ostilità, la mappatura delle fedi propone, attraverso una descrizione diretta delle attività religiose e culturali che nascono nei 256 centri di culto sparsi tra Roma e dintorni, un valido strumento per avvicinarsi a comunità che spesso non sono troppo visibili. E allo stesso tempo offre al lettore immigrato desideroso di praticare la propria fede anche in un altro paese, informazioni dettagliate, contatti e numeri utili.

In città e provincia il numero dei luoghi di culto è salito di ben 34 unità complessive rispetto al 2008 e, anche se il numero maggiore di centri di preghiera è destinato ai cattolici, con i loro 153 centri religiosi (di cui 23 fuori le mura), sono aumentati quelli ortodossi (con 35 luoghi di culto), quelli protestanti (34) e i musulmani (19). Infine, per le religioni meno rappresentate, sono stati contati 7 luoghi di culto dedicati agli ebrei, 6 ai buddisti e uno, per induisti e sikh, questi ultimi prevalentemente localizzati nell’area pontina.

Anche se con meno centri rispetto agli ortodossi, i musulmani hanno una comunità più consistente e la loro presenza incide in città per circa il 18% sulle presenze religiose totali. I più diffusi, con il 65% nella capitale e il 76,5% negli altri comuni, restano i cristiani (cattolici e protestanti) mentre induisti e buddisti sono localizzati solo in città. Come ha spiegato il direttore della Caritas romana, monsignor Enrico Feroci, intento dell’opera è "mettere in rilievo la vocazione di Roma come centro del cattolicesimo e, contemporaneamente, luogo di libertà religiosa".
http://roma.virgilio.it/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...