giovedì 23 dicembre 2010

Apertura per le feste del Palaexpo e delle Scuderie del Quirinale

"Per venire incontro alle esigenze dei romani e dei numerosi turisti che nei giorni di festa affollano la Capitale, le Scuderie del Quirinale e Palazzo delle Esposizioni rimarranno aperti anche nei giorni festivi. Entrambe le sedi espositive resteranno infatti aperte il 24 e il 31 dicembre dalle 10.00 alle 15.00 e il 25 dicembre e il 1° gennaio dalle 16.00 alle 22.30. Inoltre sarà eccezionalmente possibile visitare le mostre in corso a Palazzo delle Esposizioni anche lunedì 27 dicembre e lunedì 3 gennaio dalle 10.00 alle 20.00".
Così in una nota di Palazzo Esposizioni e Scuderie del Quirinale.

"A Palazzo delle Esposizioni sono attualmente in corso le tre mostre che hanno come filo conduttore il Messico: Teotihuacan - si legge nel comunicato - La città degli Dei, il più importante progetto espositivo interamente dedicato alla civiltà precolombiana di Teotihuacan (II sec. - VII sec. d.C.), presenta al grande pubblico, e per la prima volta, la storia, l'arte e la cultura di uno degli imperi più prestigiosi, quanto misteriosi e affascinanti del centro-America che, prima degli Aztechi dominò l'intera area mesoamericana. La seconda è "Remix", la prima grande mostra del giovane artista messicano Carlos Amorales. Infine "Immagini di una Rivoluzione": 179 fotografie sulla Rivoluzione messicana ci raccontano la storia dei cruciali accadimenti politici e dei leggendari movimenti armati avvicendatisi nel Paese dal 1910 al 1920.

Alle Scuderie del Quirinale la mostra "1861. I pittori del Risorgimento", ha come tema il confronto tra la pittura italiana e gli eventi che tra il 1859-1860 (anni in cui si svolsero la Seconda Guerra d'Indipendenza e la spedizione dei Mille) e il 1861 (anno della proclamazione del Regno d'Italia), determinarono la conquista della libertà, dell'indipendenza e dell'unità nazionale. L'esposizione presenta le opere dei maggiori artisti dell'epoca (tra i quali Francesco Hayez, Giuseppe Molteni, Domenico e Gerolamo Induno, Eleuterio Pagliano, Federico Faruffini, Giovanni Fattori, Silvestro Lega, Odoardo Borrani, Michele Cammarano e Giuseppe Sciuti)". http://roma.repubblica.it/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...