sabato 27 novembre 2010

Il Rugantino di Brignano

«Roma nun fa’ la stupida stasera» dice la canzone più celebre di Rugantino, tornato in scena al Teatro Sistina nell’interpretazione di Enrico Brignano. 
 E la città non ha tradito il suo popolare personaggio nell’anteprima del 23 novembre: alla presenza del sindaco Gianni Alemanno e dei rappresentanti del mondo dello spettacolo e dell’imprenditoria tra i quali Pippo Baudo, Giancarlo Magalli, Giulio Scarpati e il presidente della Lazio Claudio Lotito, è andata in scena la commedia musicale che racconta, tra comicità e poetica romanesche, le avventure del celebre bullo sullo sfondo di Roma ottocentesca. Per l'occasione il maestro Armando Trovajoli, autore della colonna sonora, ha diretto l'orchestra dal vivo. Sullo sfondo delle vicende di Rugantino, la città di 150mila abitanti che viveva tra il glorioso passato di un impero e il presente di un popolo affamato e soggiogato al potere papale.

RUGANTINO, UN SIMPATICO MASCALZONE - Un nome che vuol dire «arrogante» quello di Rugantino che rappresenta il popolo romano «sotto schiaffo». Il bullo che passa le giornate all’osteria con gli amici tra il gioco della morra e le scommesse per conquistare le donne più ambite, fa dispetti, ruba e raggira i ricchi per farsi mantenere. «So’ zitello, libero e nun c’ho niente da fare» canta nella sua "ballata". Sempre protagonista della scena, Rugantino è divertente, coinvolge e suscita una irresistibile simpatia.

FEDELE AL RUOLO - Nell’interpretazione di Enrico Brignano il personaggio è fedele al testo di Garinei e Giovannini, che scrissero la commedia musicale nel 1962. «Ho tolto del Brignano per lasciare vivere Rugantino» ha detto l’attore che ha curato anche la messa in scena. A volte amaro, il personaggio che vive per raccontare agli amici prodi avventure, quasi sempre inventate, alla fine paga la sua cialtroneria in prima persona, piegato di fronte a un sentimento autentico e alla possibilità di fare il vero uomo. «Noi romani semo tutti Rugantini » dice prima di essere ghigliottinato con l’accusa di omicidio. «Con la voglia de sembra’ duri, gente che ce sanno fa’».

http://roma.corriere.it/

PERSONAGGI E INTERPRETI
Rugantino ENRICO BRIGNANO
Rosetta EMY BERGAMO
Mastro Titta MAURIZIO MATTIOLI
Eusebia PAOLA TIZIANA CRUCIANI
Principe Paritelli MICHELE GAMMINO
Thorwaldsen/Card. Severi MARIO SCALETTA
Gnecco STEFANO AMBROGI
Donna Paritelli GABRIELLA BOVE
Bojetto ANDREA PIROLLI
La Gattara GIUSY VALERI
Brigadiere EMANUELE BEFFA
Banditore Lampionario ARMANDO SILVERINI
Serenate ANDREA PERROZZI

SOLISTE
Giovanna Gallorini
Manuela Guastalli
Valeria Brambilla
Alessandra Miccichè
Ilaria Carnicelli
Chiara Barbagallo
NataliaDe Maria
Benedetta Imperatore
Michela Ritorto
Flaminia Gasparri

SOLISTI
Claudio Daniele
Gianluca Bessi
Christian Di Maio
Cristian Scionte
Gianluca Falvo
Matteo Faieta
Marco Rea
Ciro Acampora
Mirco Boscolo
Giovanni De Domenico

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...